musee imaginaiere suisse
Objektbild
Selfie

< altre storie >

Sognando la realtà


Quella mattina grigia mi svegliai di soprassalto, dei rumori strani fra le vie di Bondo, un sorell avvolgeva la contrada. Immobile nel letto non sapevo se i suoni e le voci venivano da me come un sogno acustico dal mio cervello o se fossero suoni che provenissero dalle vie. Avrei voluto alzarmi, aprire la finestra, ma come fili d'acciaio, o una ragnatela di fili mi avvolgeva e come nella metamorfosi di Kafka non riuscivo a muovere nemmeno un muscolo. All'improvviso pensai a Elvira nel suo orto, e ai camini di Palazzo Salis che saltavano da tutte le parti e formavano con le loro schegge dei muri altissimi e dei ponti...sogno o realtà quel 17 agosto. La nonna con la sua voce mi toccava la fronte: è tutto passato piccola mia, andiamo a raccogliere i fiori nel prato

 

 

Oggetto:
Varie installazioni presenti - foto Granito di Piero Maspoli

 

Luogo:
Progetti d'arte in Val Bregaglia, Castasegna

 

Volontari* TaM:
Ursula Fogliada

 

su di noi:
58 anni e 63 anni
Marito e moglie, ma anche amici

 

www.tim-tam.ch / www.mi-s.ch | Sognando la realtà, Progetti d'arte in Val Bregaglia, Castasegna